Home > Magazine > Talking Peace > APPELLO PER IL QUOTIDIANO EGUNKARIA SOTTO PROCESSO

APPELLO PER IL QUOTIDIANO EGUNKARIA SOTTO PROCESSO

  1. Il quotidiano Egunkaria venne fondato nel 1990, essendo allora l’unico quotidiano pubblicato integralmente in euskera. Ci fu una effimera e valorosa esperienza nella Guerra Civile con il quotidiano EGUNA, che in quelle difficili condizioni resse fino alla presa di Bilbao da parte dei franchisti nel 1937.
  2. Nella linea editoriale di Egunkaria si evidenziavano valori quali indipendente, plurale, progressista, nazionale, promotore dell’ euskera….
  3. L’impresa editrice venne fondata nel 1990 con il contributo di 1.500 azionisti.
  4. Nel febbraio 2003 la Audiencia Nacional ordinò la chiusura del quotidiano e l’arresto di 10 persone (nove dirigenti ed una persona che non aveva alcun vincolo con la struttura del quotidiano), cinque dei quali denunciarono di aver subito torture nei giorni in cui rimasero isolati nella mani della Guardia Civil. Tra tutti sono rimasti in carcere preventivo 30 mesi.
  5. Vengono accusati di appartenenza ad ETA, accusa che non ha alcun sostegno probatorio.
  6. Il pubblico ministero aveva sollecitato l’archivio del caso per mancanza di prove. Nonostante ciò, e senza che esistesse nessuna accusa privata, la Audiencia Nacional ha deciso aprire il processo, basandosi esclusivamente in una costituzione di parte civile presentata da Aciociacion Victimas del Terrorismo e Dignidad y Justicia , che chiedono tra i 14 e 16 anni di carcere per i 5 dirigenti di Egunkaria.
  7. Il processo inizia a Madrid il 15 dicembre e probabilmente verrà messo a tacere dai poteri e da alcuni mezzi d’informazione.
  8. Lo stesso giorno della chiusura del quotidiano il suoi lavoratori pubblicarono un quotidiano in euskera, Egunero, e quattro mesi dopo nacque il quotidiano Berria, con 24.040 azionisti che ha raccolto il testimone di Egunkaria in quanto alla difesa dei valori e della cultura basca.
  9. Dalla chiusura di Egunkaria si sono realizzati numerosi atti di solidarietà in Euskal Herria ed in differenti località dello Stato spagnolo, evidenziandosi quelli realizzati in Catalunya, Madrid, Galicia, Pais Valenciano, Canarias…La ripercussione nei mass media internazionali alla chiusura di Egunkaria fu, probabilmente, la più grande che un episodio basco abbia avuto.
  10. Ci troviamo dinnanzi ad una vera e propria violazione delle libertà di espressione, ad un attacco alla pluralità informativa, al diritto allo sviluppo della cultura e della lingua basca ed un attacco ai diritti umani per le torture subite.

Questa lotta ci riguarda tutti e tutte: Solidarizzati.  

Chi volesse aderire alla campagna di sostegno a Egunkaria può trovare l’appello da sottoscrivere al seguente indirizzo: www.nodo50.org/madridegunkaria/#formulario

Leave a Reply

International Magazine Issue#8

Share This